giovedì 15 dicembre 2011

A... come Amatriciana


Gli spaghetti alla Amatriciano sono un classico della cucina italiana. Di semplice realizzazione, ma di gran gusto. Insomma...una vera soddisfazione vederli a tavola!!!

Ed ora un po' di storia su questa squisita ricetta, tratta dall'omonimo sito www.matriciana.com:

Questa ricetta  è nata ad Amatrice in provincia di Rieti, una piccola cittadina Laziale al confine con l'Abruzzo, la ricetta che ha una origine geografica definita e possiede una forte ed antica tradizione legata a questo territorio prevede rigorosamente gli spaghetti e non i bucatini, come è indicato  nei cartelli Comunali all' ingresso della città di Amatrice  " Amatrice, Città degli Spaghetti all' amatriciana".
 La ricetta chiamata matriciana e non amatriciana, come da testimonianze, in quanto   gli  abitanti di Amatrice usavano chiamarsi  “ Matriciani ”, senza la A di conseguenza anche la famosa pasta veniva chiamata  “ Matriciana ”, col tempo per un fenomeno linguistico è diventata amatriciana. Questo piatto era il pasto principale dei numerosissimi pastori, che originariamente era senza il pomodoro, pasta alla "Gricia". I pastori portavano nei loro zaini, pezzi di pecorino, sacchette di pepe nero, pasta essiccata, guanciale e strutto.


Prepariamo assieme la ricetta con dosi per 4 persone:
350 grammi di spaghetti, 150 grammi di guanciale di maiale (o pancetta), 4 pomodori maturi, peperoncino, pecorino romano grattugiato, sale e pepe

Affettate la pancetta e rendetela a listarelle, mettetela in una padella con un pochissima acqua e fate sciogliere il grasso a fuoco vivace. 
Togliete la pancetta dalla padella e mettetela da parte. Aggiungete al grasso sciolto i pelati e fate insaporire bene, aggiungendo sale, pepe e peperoncino. Fate cuocere il tutto per una decina di minuti.
A fine cottura aggiungete la pancetta al sugo, affinché si scaldi.

Nel frattempo fate cuocere gli spaghetti in acqua bollente salata. Quando saranno al dente, scolateli ed aggiungeteli al sugo assieme ad un'abbondante manciata di pecorino romano grattugiato. Mescolate bene e servite caldi con un'ulteriore spolverata di pecorino.

3 commenti:

Claudia ha detto...

Io l'adoro questa pasta!!!! un bel cult a Roma!!!! a casa la prepara semrpe il mio fidanzato.. che a dire la verità.. gli viene benissimo!!! ottimi quindi i tuoi spaghetti... io solitamente ci faccio i bucatini!!!! smackkkkkkkkk buona serata

Al Cuoco! ha detto...

che bello conoscere anche le origini dei piatti.. a volte non ci si pensa..
grazie!:)

L'incantesimo dello zucchero ha detto...

complimenti per il tuo blog! è pieno di ricette interessanti!
se ti va passa da me ;)
ciao !

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...